Kool and the Gang: ricordando “Dee Tee” e i successi della band

“You gotta get on the groove” … sono passati 40 anni e per chi ha amato e ama ancora la disco music, come noi di DJ4 (tanto che abbiamo dedicato un progetto specifico per le feste anni 70) resta un imperativo che risuona nella testa quando c’è da fare festa.
Lo cantavano in Get Down on it, i Kool and the Gang, band che ha davvero fatto la storia del disco funky e che con un post su Facebook il 7 agosto ha comunicato purtroppo la morte di uno dei suoi fondatori, il sassofonista Dennis Thomas, per tutti “Dee Tee”.
Per i pochi che non conoscessero Kool and the Gang, citiamo tra le hit mondiali della band “Celebration” del 1980 estratto dall’album Celebrate! e appunto “Get Down on It”, pubblicato nel dicembre 1981 come terzo estratto dall’ album Something Special.
Ma di pezzi straordinari ve ne sono davvero tanti, che hanno fatto la storia del funky, ispirando remix (ad esempio la versione del 2000 di Get Down on it, realizzata dagli Eiffel 65) e diventando davvero cult per intere generazioni.
Non a caso la band è presente in quella che è forse non solo la più famosa colonna sonora di sempre, ma un vero e proprio fenomeno culturale: La febbre del sabato sera. Iconica è la scena in cui una coppia di ballerini si esibisce su pista multicolor sulle note di “Open Sesame”, sotto gli occhi di Tony Manero (alias John Travolta).

Jungle Boogie” verrà invece, anni dopo la sua uscita, scelta per un altro film cult: “Pulp Fiction”.
La band è ancora attiva tanto che nel 2013 è uscito il disco natalizio “Kool for the Holidays”, e siamo in attesa (anche con una certa commozione) dell’uscita di “Perfect Union”, in cui sentiremo ancora suonare il sax di Thomas e di Khalis (Ronald Bell, che ci ha invece lasciati l’anno scorso).
È stato proprio Khalis, fratello di Kool (all’anagrafe Robert Bell, bassista del gruppo), a scrivere il singolo ‘Pursuit of Happiness’ rilasciato come annuncio per l’uscita del nuovo album.
“Pursuit of Happiness” è moderna in un modo in cui solo musica che “resta”, quella senza tempo sa esserlo. È il frutto dell’incontro, più di 50 anni fa, di talenti straordinari, è frutto di una vera e propria “Perfect Union”.

Per ricordare il grandeDennis Thomas, come direbbero i Kool and the gang, questa era la nostra “Celebration“, che non vediamo l’ora di suonare in una delle vostre feste per continuare a rendere omaggio a questo grande artista.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.