Grammy Awards 2021: un po’ di idee da Los Angeles per il tuo party

Anche quest’anno DJ4 ha assistito con grande attenzione ai Grammy Awards, nella loro 63esima edizione. Gli eventi internazionali, soprattutto se di questa portata, sono importanti per essere sempre al passo con i maggiori successi musicali ed offrire ai nostri clienti un intrattenimento di qualità, che si tratti di feste di compleanno, anniversari, lauree o inaugurazioni.
Ovviamente ogni festa ha le sue peculiarità ed è cucita addosso al cliente e sarà ricca anche di “chicche” musicali un po’ di nicchia che possono fare la differenza in alcuni momenti. Ma in ogni party DJ4 non possono mancare i successi del momento, le canzoni più premiate a livello internazionale.
Ecco di seguito una panoramica delle canzoni consacrate da questa ultima edizione dei Grammy.


A trionfare è stata Beyoncé con ben nove candidature e quattro grammofoni d’oro: Miglior interpretazione R&B (Best R&B Performance) con “Black Parade”, Miglior interpretazione rap (Best Rap Performance) e Miglior canzone rap (Best Rap Song) con il pezzo “Savage (Remix)”, in collaborazione con Megan Thee Stallion, e Best Music Video (“Brown Skin Girl”).
Il Best Pop Vocal Album è stato invece assegnato a “Future Nostalgia” di Dua Lipa. Contiene pezzi davvero forti e tutti da ballare (quando, ci auguriamo presto, si potrà di nuovo ) come Don’t start me now e Physical.
Dopo il successo di Bad guy, brano a dir poco travolgente soprattutto nella versione remix di Tiësto, Billie Eilish conferma il suo eccezionale talento con il premio “Record of the Year”, andato a ‘Everything I Wanted’. Si tratta di un brano con una atmosfera onirica e dal forte impatto emotivo, non proprio da party, ma che sicuramente piacerà ai più giovani.
Atmosfere soft anche per Folklore di Taylor Swift premiato come l’album dell’anno. Mentre di tutt’altro registro il brano “Water Melon”, hit estiva molto suonata dalle radio, con il quale Harry Styles ha vinto il premio per la Best Pop Solo Performance.
Il Best Dance Recording è andato invece a un brano a nostro avviso davvero interessante e ben riuscito: 10% di Kaytranada. Tra sonorità house, black e R&B, il brano entra di diritto nella nostra playlist e saprà fare la differenza dando un tocco di classe alle feste targate DJ4.

Infine, non possiamo non menzionare il premio forse più importante per noi DJ sempre attenti alle novità e agli artisti emergenti.
La miglior artista esordiente (Best New Artist) di questa 63 esima edizione dei Grammy Awards è Megan Thee Stallion, affermatasi con il successo di Hot Girl Summer, in collaborazione con Nicki Minaj e Ty Dolla Sign, l’artista ha proseguito con collaborazioni davvero riuscite: Savage, remixato con la cantante Beyoncé, e WAP  con Cardi B sono due delle hit di successo davvero mondiale, di questa bravissima rapper.

Festival di Sanremo 2021: idee per la tua prossima festa con DJ4

IL TOCCO INTERNAZIONALE DI ELODIE – Si è conclusa una edizione decisamente particolare del Festival di Sanremo. Qualcuno l’ha definita l’edizione della resilienza in un momento in cui teatri, musica live e cinema  stanno vivendo un periodo davvero difficile. Un Sanremo surreale il numero 71, in primo luogo per la mancanza del pubblico in sala, e di quello fuori del teatro, delle passerelle dei vip e delle interviste “rubate” in ogni angolo della città di Sanremo. 

Altra assenza quella delle grandi star internazionali spesso attese più dei cantanti in gara, a farci sentire un po’ meno la mancanza delle star internazionali è stata l’esibizione di altissimo livello di Elodie. È la sua a nostro giudizio la più interessante e coinvolgente performance del Festival. 

Nulla è lasciato al caso. Una esibizione, in stile Beyoncé, con una presenza scenica che non ha nulla da invidiare alle performance di grandi star in manifestazioni internazionali come ad esempio l’half time show del Superbowl… ma è stata anche una performance personale, pensata e studiata attentamente sulle sue caratteristiche  come ha precisato la stessa Elodie, che ha tra l’altro commosso il pubblico con un  monologo, profondo e spontaneo allo stesso tempo, sulle difficoltà della  sua vita. 

JAZZ A SANREMO E… DJ SET + SAX PER LE VOSTRE FESTE – Sul palco dell’Ariston Elodie ha portato un medley brioso e pieno di energia omaggio alla musica  italiana, ma anche un momento intimo e di altissimo profilo musicale nell’esibizione di “Mai così” con il pianista Mauro Tre, che ha creduto in lei da subito e l’ha spronata ad andare avanti. “Con lui ho scoperto che il jazz non è snob” ha dichiarato questa bravissima artista che possiamo definire decisamente poliedrica. 

Siamo particolarmente grati ad Elodie per questa sofisticata esibizione, perché amiamo il jazz e, infatti, un nostro progetto è legato a doppio filo con questo genere musicale. Per gli aperitivi cool e le serate house “pettinate”, i nostri DJ set sono abbinati al sassofono; i nostri sassofonisti sono dei jazzisti di fama, con cui abbiamo messo a punto dei DJ set di cui vogliamo darvi un assaggio QUI  

MANESKIN E FESTE ROCK – Ma torniamo alla gara… questo Sanremo non passerà alla storia solo perché è stato il Festival dell’anno della pandemia ma anche perché è stato il Sanremo che ha consacrato il rock italiano. Hanno vinto infatti i Maneskin con “Zitti e buoni” un brano che già solo per essere cantato a Sanremo sdogana il rock … la vittoria poi rappresenta una vera svolta. Per noi di DJ4 , “Zitti e buoni” è una ottima new entry che ci dà la possibilità di ricordarvi che ci occupiamo di feste private anche per gli amanti del rock. QUI trovi un assaggio di quello che possiamo fare… Rock your party! (con un occhio anche al rock tricolore).

IL “RITORNO AL FESTIVAL” DI JOVANOTTI – Nella serata delle cover ci ha colpito molto l’esibizione  di Fulminacci con Valerio Lundini e il trombettista  Roy Paci in “Penso positivo” di Jovanotti, direttamente dall’album Lorenzo 1994. Una reinterpretazione funky a nostro avviso riuscita, anche se diversa dall’originale, di uno dei successi più iconici di un artista davvero molto amato nelle nostre feste. Che accanto a brani molto romantici e di grande successo ci ha regalato anche canzoni di grande energia, perfette per creare momenti di  aggregazione e coinvolgimento. Come anche Ragazzo fortunato (nella serata delle cover è stata interpretata da Random e i The Colors (a dire il vero, in questo caso, con un esito quantomeno discutibile… l’originale di Lorenzo, invece, è “mitica”).

DALL’ARISTON ALLA DISCOTECA – E per finire… una finestra sul futuro. L’esperienza ci ha insegnato che nel corso dei giorni successivi alFestival nasce un proliferare di versioni dance dei successi dell’Ariston, pe portare alcuni dei pezzi in discoteca (sperando che si potrà tornare presto a ballare…). Un esempio recente è stata la versione del Dj emiliano Benny Benassi di Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani. Ve la ricordate?

E quest’anno, ci possiamo scommettere, sarà “La genesi del tuo colore” di Irama a essere remixata da un grande DJ produttore (magari da Benny Benassi?) per farci ballare alla grande, anche se, bisogna dirlo, già nella versione originale, la canzone di Irama “promette bene” e ha già una bella carica.

Dal Super Bowl 2021 al tuo party? Perché no!

Anche quest’anno il Super Bowl è stato un evento magico dal punto di vista musicale, e non possiamo non raccontarvelo, per prendere degli spunti  per la vostra prossima festa con noi di DJ4! Prima, una breve “inquadratura” dell’evento: nella notte tra domenica 7 e lunedì 8 febbraio, al Raymond James Stadium di Tampa, in Florida, si è tenuta la 55° finale della National Football League: Tampa Bay Buccaneers (che hanno avuto la meglio) vs. Kansas City. In tempi pre-pandemia, il Super Bowl prevede settimana di eventi musicali in una città (di volta in volta diversa) che viene assediata decine di migliaia di persone; basta pensare che gli stadi mediamente ospitano 70.000 spettatori. Quest’anno, lo stadio era occupato per un terzo della capacità ed erano presenti 7.500 operatori sanitari a cui è stato regalato il biglietto

Sponsorizzato come al solito da Pepsi, l’evento è stato comunque… frizzante! Se l’edizione del 2020 aveva visto sul palco Jennifer Lopez e Shakira, quest’anno i due ospiti più importanti sono stati The Weeknd e Miley Cirus. In merito al cantante canadese, segnaliamo tra l’altro che proprio in questi giorni i biglietti per l’unica data italiana di dicembre 2022 sono andati esauriti in pochi minuti. The Weekend si è esibito nell’Halftime show con i suoi maggiori successi, a partire da Starboy (canzone di apertura) per poi seguire con The Hill a Can’t feel my face e, del suo ultimo album “The Highlights” uscito lo scorso 5 febbraio, Save your tears. In totale, ben sette canzoni, molte delle quali rientrano senza dubbio tra le nostre preferite: in molte feste, The Weekend viene spesso proposto, specie nelle prime fasi, per cominciare a “dare il ritmo” alla serata: per esempio, Secrets, con un bel ritmo (che però non ha proposto al super bowl).

 L’apertura della serata è stata eseguita da Miley Cirus, con il suo look da cheerleader, ch ha anticipato il suo nuovo spettacolo musicale, TikTok Tailgate, cantando Nothing breaks like a heart e la spensierata Party In The U.S.A. che in passato abbiamo davvero “consumato”, e che talvolta, proponiamo ancora oggi.

Sul palco, poi, si è esibita anche con il leggendario Billy Idol: nelle feste rock (LINK) il rocker americano può fare la differenza!

A cantare l’Inno Nazionale, prima dell’inizio del match, la coppia composta dall’artista country Eric Church e da Jazmine Sullivan, a rappresentare il mondo dell’ R&B. Infine, H.E.R., (ovvero, Gabriella Wilson) ha avuto l’onore di interpretare “America the beautiful“.

VUOI ANCHE TU UNA FESTA... DA BOMBER DEL SUPER BOWL? 🙂
Cosa aspetti a contattarci per rendere memorabile il Tuo Evento?

Compila il modulo ora!

 

Musica e artisti per la cerimonia di insediamento di Biden – Inauguration Day

Il 20/01/2021 è stato il giorno dell’insediamento, Inauguration day, del 46° presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden. Un momento di vera e propria celebrazione degli ideali e dell’unità nazionale, che vede la partecipazione di star internazionali della musica, che si esibiscono nel corso della lunga cerimonia di insediamento della nuova amministrazione americana.
A dare inizio alla “colonna sonora” dell’inauguration day, che ha visto Tom Hanks nel ruolo di voce narrante di questa intenso show, è stato, ovviamente, l’inno cantato da una visibilmente commossa Lady Gaga. È seguita poi la performance di Jennifer Lopez che durante il medley di “This land is your land” e “America the beautiful”, ha gridato in spagnolo: “Libertà e giustizia per tutti!”

Cala la sera e ad aprire il vero e proprio spettacolo musicale è la performance di Bruce Springsteen con Land of Hope and Dreams. Sogni e speranza di cui la nazione ha sicuramente bisogno dopo un anno di pandemia e i difficili momenti vissuti con l’assalto a Capitol Hill dei giorni scorsi.
Il secondo momento musicale della serata è introdotto in modo decisamente originale, perché questa festa sia vista soprattutto come la festa della gente comune. È infatti Anthony Gaskin, un lavoratore dell’UPS (azienda di spedizione americana) a “consegnarci” un regalo: la performance, da Maiami di Jon Bon Jovi and the Kings of Suburbia. All’alba, su un pontile, con il mare alle spalle cantano “Here Comes the Sun”, iconico successo dei Beatles.
Poi è la volta del violoncellista Yo-Yo Ma che suonato una versione davvero commovente di Amazing Grace
L’inauguration day è una festa della gente comune e, soprattutto, è una festa di tutta l’America. E quindi, tornando alla musica pop, ecco un bambino presentare Justin Timberlake and Ant Clemons: cantano “Better Days”, nelle strade di Memphis, città situata lungo il fiume Mississippi nello Stato del Tennessee
Seguono i Black Pumas con Colors, i Foo Fighters con “Times Like These”, dedicata a tutti gli insegnanti (insengante era anche Virginia la madre di Grohl, frontman dei Foo Fighters).
Torniamo a Capitol Hill, al piano John Legend suona una bellissima versione di Feeling Good, successo di Nina Simone degli anni ’60. Atmosfera e toni decisamente differenti per la performance “Pass the Mic” di DJ Cassidy da Los Angeles: con lui Ozuna con “Taki Taki” e Luis Fonsi con “Despacito”. Insomma, una parentesi tutta da ballare!
Poi il doveroso tributo ai medici impegnati in una lotta durissima contro il Coronavirus, con la musica country di Tim McGraw and Tyler Hubbard. E si fa strada una speranza per giorni migliori …. perché vi siano tanti “Lovely Day”, come canta Demi Lovato da Los Angeles.
La serata termina con un cielo illuminato dai fuochi artificiali e l’energia di Katy Perry:

“Thank you @KatyPerry for lighting up the night with your sparkling performance of “Firework.”

(cit. Biden Inaugural Committee)

2020: LA MUSICA DA SALVARE. DJ4 PER “ILSUSSIDIARIO.NET”

Pure quest’anno il quotidiano online “Il Sussidiario” ci ha interpellati per fare il bilancio musicale degli ultimi 12 mesi (qui l’articolo per esteso, pubblicato il 31 dicembre; in questo post, a distanza di qualche giorno, vi diamo una breve preview e vi ricordiamo che è possibile accedere al “best 2020” anche attraverso la playlist di Youtube).
Il 2020 è stato l’anno delle riconferme, da Dua Lipa, che non ha sbagliato un colpo (“Don’t Start Now”, “Break My Heart”, “Levitating” e “Un dia (One day)” in collaborazione con J Balvin), ai Black Eyed Peas di “Mamacita” e “Girl like me” (in collaborazione con Shakira), a Lady Gaga, con “Stupid Love”, il singolo del debutto, e “911” e “Rain on Me” (con Ariana Grande).
Nell’ “all the best” del 2020 non potevamo poi trascurare anche i grandi successi che ci stanno ancora accompagnando in questo inizio 2021: “Take You Dancing” di Jason Derulo (“Savage Love”, invece era il suo successo primaverile) e “Save Your tears” di The Weeknd (il singolo “Blinding Lights”, invece, ci ha tenuto compagnia nella prima parte del 2020).
E la musica dance? Gigi d’Agostino con “Hollywood” è tra le pietre miliari del 2020, insieme a Bob Sinclar (“I’m on my way”) e, soprattutto, ai Purple Disco Machine: “In My Arms” , “Hypnotized” e “Exotica” le grandi hit di questo prolifico dj tedesco. Da citare Paradise dei Meduza, Business di Tiesto e Lovelife di Benny Benassi. Da ballare anche due pezzi di casa nostra: Shiva feat. Eiffel 65 con Auto Blu e Fedez con Bimbi per strada. E questi sono sono solo alcuni dei pezzi che analizziamo nell’articolo scritto per il Sussidiario.

Per rimanere sul fronte nostrano, di cui, però, non possiamo anticipare troppo… non mancano, nell’articolo de “Il Sussidiario” riferimenti ai Boomdabash, con “Karaoke” (in collaborazione con Alessandra Amoroso), ai Takagi&Ketra con “Ciclone”, cantata da Elodie, e all’eclettico Achille Lauro. Ma anche il filone hip-hop è rappresentato da Sfera ebbasta, con “Famoso” e da Gue Pequeno, con “Mr. Fini”.

VUOI COMINCIARE IL 2021 ALLA GRANDE? Cosa aspetti a contattarci per rendere memorabile il Tuo Evento?

Compila il modulo ora!

 

MTV Europe Music Award: un po’ di idee per le vostre feste direttamente dagli Ema 2020

Anche quest’anno non potevamo rimanere indifferenti a una delle manifestazioni musicali più importanti del mondo, ovvero gli MTV Europe Music Award, che, come sempre seguono di qualche mese i Video Music Award (ne abbiamo parlato QUI). Questa è la 26esima edizione (!) (l’ultima volta che è gli EMA sono stati ospitati in Italia, è stato nel 2015 a Milano). Ma tornando ai giorni nostri, ecco cosa cui è piaciuto di più dell’evento che, come da tradizione, ha unito gli artisti della scena, sebbene, stavolta, solo “virtualmente”: l’evento si è tenuto in streaming da Londra.

Partiamo dal premio che è più vicino al nostro mondo: il Best Electronic, andato al DJ David Guetta, “fresco” , tra l’altro, dal riconoscimento più ambito di tutti i dj del mondo: sabato 7 novembre è stato annunciato al numero uno della famosa DJ Mag Top 100 (guarda qui sotto il video di quella epica serata). Insomma, per il 53enne francese, questo 2020, a livello di live è stato, per forza di cose, sotto tono, ma si è ampiamente consolato con i titoli conseguiti… e con le tante visualizzazioni dei suoi video. Basti pensare che una delle sue hit che amiamo suonare di più nelle vostre feste ed eventi (la ballatissima Play Hard: eccola) ha superato il miliardo di visualizzazioni.

Ma manteniamo alto il ritmo, e parliamo della grande vittoria per Lady Gaga nella categoria Best Artist (ma lady Germanotta era accreditata di ben sette nomination). La sua 911 ci sta ancora tenendo compagnia, e l’abbiamo ballata alla grande… sino a che non chiudessero di nuovo le discoteche.

Altra canzone molto ballata, sebbene in questo caso, i ritmi siano reggaeton, è Tusa di Karol G (Carolina Giraldo Navarro, cantante colombiana) che ha trionfato nelle ambite categorie Best Latin e Best Collaboration grazie al duetto con Nicki Minaj.

Il racconto della serata non sarebbe completo senza citarvi alcune esibizioni incredibili, tra cui Doja Cat (ha vinto il premio Best New) che ha cantato in una ambientazione in uno stile a metà tra il dark e il “bucolico” (un prato in un sala da concerto semi-buia) una davvero convincente versione rock di “Say So”.

Altra esibizione notevole quella delle Little Mix, che oltre ad aver condotto la serata hanno ballato e cantato “Sweet Melody” mettendo in scena una perfetta coreografia ambientata in una speciale piramide postmoderna. In questa edizione 2020 degli EMA hanno portato casa il premio come Best Pop e Best UK & Ireland Act.

Infine, come non citare i BTS, il gruppo coreano ormai famoso anche in Europa, Italia compresa? Oltre ad avere vinto il premio Best Song per Dynamite, hanno “sbancato” letteralmente la serata, con i riconoscimenti come Best Group, Best Virtual Live, Biggest Fans.


Ci rivediamo… speriamo con il pubblico in sala e non solo virtuale, alla prossima edizione, la numero 27 del 2021. See you soon! 🙂

DJ, impianto audio e luci per Festa dei 18 anni in villa a Milano: ecco la festa di Emma realizzata da noi

ECCO QUI SOTTO IL VIDEO DELLA FESTA, REGISTRATO LIVE!

Emma ha avuto una bellissima idea: perché non invitare tutti gli amici e festeggiare in villa i suoi 18 anni?
Dopo aver preso parte alla festa dei 18 anni del suo “fratellone”, eccoci quindi alla festa dei 18 anni di Emma. E, come tradizione di famiglia, non si è certo voluta far mancare nulla, a partire dall’impianto audio.
Oltre ai 4000 (musicalissimi e non “trapananti!” watts forniti dal nostro fido impianto Yamaha DXR. Essendo all’aperto (sebbene la “pista” fosse parzialmente coperta) la dispersione del suono è sempre molto elevata, e per avere la giusta pressione sonora… beh, scordatevi di potervela cavare con due “cassettine” cinesi da qualche decina di euro che spesso (ahimé) ci capita di vedere in giro… insomma, il tutto per dire che il risultato del coinvolgimento e della buona riuscita generale della festa passa anche attraverso la qualità dell’impianto audio! (consolle Denon, microfoni Beyerdynamic, e tanto altro. Compresi i vecchi e fidi CDJ Pioneer che fanno da backup).

DJ e impianto luci: un abbinamento vincente

E delle luci, vogliamo parlarne? Beh, senza dubbio la villa dove è stata realizzata la festa è molto accogliente e adatta alle feste, ma, a dire il vero, l’atmosfera era un po’… freddina. A questo punto, abbiamo pensato di dare il giusto colore al party, con le nostre luci a led per illuminare tutta la zona attorno al dj (Jody e Mr. Ricky), e il perimetro del dehor, chiuso su due lati. Il risultato? Beh, è da vedere: l’effetto discoteca è garantito, e ha contribuito a rendere speciale le sta di Emma, che ha molto apprezzato anche il lavoro sulle luci. Sapete, il senso estetico delle signorine, ha una marcia in più 🙂

Musica per la festa dei 18 anni di Emma

E per quanto riguarda al musica: beh, una festa dei 18 anni molto varia innanzitutto: è stata molto lunga, per cui, per essere sempre “sul pezzo” e stimolare in modo coinvolgente gli invitati, abbiamo spaziato parecchio nel repertorio: largo, come sempre, alle nit del momento (e ci mancherebbe; i 18enni sono sempre super attenti alle canzoni uscite… poche ore fa) ma senza trascurare i grandi classici che si sono dimostrati vincenti nei momenti di grande aggregazione. E cosa dire poi della canzone scelta da Emma per il taglio della torta, ovvero “I’m Gonna Be” di Post Malone (vai QUI per vedere subito il taglio della torta nel video) davvero splendida. Inutile andare poi a specificare che, sul solco di Post Malone, ci siamo prodigati poi di proseguire con il filone di musica black con Bruno Mars, The Weeknd, ecc… insomma, divertimento e buon gusto, anche in questa festa dei 18 anni, sono stati i protagonisti.

La festeggiata e DJ Jody


Alla prossima festa di compleanno dei 18 anni con DJ4!


E tu, cosa aspetti a contattarci per rendere memorabile il Tuo compleanno, come ha già fatto Emma?

Compila il modulo ora!

MTV VMA 2020: ECCO QUALCHE IDEA PER LE VOSTRE FESTE DIRETTAMENTE DA N.Y. CITY

Gli MTV Video Music Awards sono un appuntamento sempre molto interessante per noi di DJ4, proprio perché fanno quasi da spartiacque tra la stagione estiva e l’inizio di quella autunnale (QUI leggi il post di qualche anno fa, con Jennifer Lopez). O è meglio dire, getta le basi per quella autunnale: ormai I successi estivi hanno già “dato tutto” e alcuni artisti sono già usciti proprio in queste ore con I brani che andranno ad accompagnare I mesi prossimi; quale migliore occasione quindi per fare il punto della situazione?Questa trentasettesima edizione, che inizialmente si sarebbe dovuta temere al Barclays Center di Brooklyn , ma che in realtà si è svolta in varie location all’aperto di New York, passerà, per forza di cose, alla storia, come l’edizione “Covid 19”, ma è riduttivo considerarla solo sotto questo aspetto. Andiamo a vedere perché questo show, dedicato a Chadwick Boseman (l’attore morto pochi giorni fa a 43 anni) e condotto dall’attrice e cantante Keke Palmer, sarà da ricordare.

Blinding Lights del cantante canadese The Weeknd  si è aggiudicata il premio principale: best video. E le 228.127.890 visualizzazioni su Youtube testimoniano l’interesse per questo progetto (se non l’avete ancora visto… ecco il link: atmosfere molto “dark” e intense che non lasciano certo indifferenti) . Curioso notare poi che, con la stessa canzone, The Weeknd ha vinto il premio anche per la Best R&B song. Insomma, come dire che, oltre all’apparenza (il video)… c’è anche la sostanza!. Noi di DJ4, che amiamo proporre , al momento giusto, la musica black, condividiamo senza dubbio il risultato, nonostante le altre nomination di Lizzo (con Cuz I Love You; l’anno scorso l’abbiamo ballata con Juice) e la romantica Alicia Keys (Underdog) fossero davvero agguerrite.

Ma la vera dominatrice di questi VMA (Video Music Awards ) 2020 è senza dubbio Lady Gaga che ha portato a casa infatti il premio di
 “artista dell’anno” (Doja Cat, quella di Say So è stata eletta la miglior artista debuttante) ma non solo: nella sua “bacheca” virtuale gli award conseguiti, infatti, sono in totale ben cinque (ma a casa avrà abbastanza spazio nella sua vetrinetta in salotto?). Citiamo in particolare I due più interessanti: Migliore canzone, ovvero “Best Song”, per Rain on Me; premio condiviso con la “collega” Ariana Grande. Una coppia che ha funzionato, soprattutto in questa occasione, dato che ha ottenuto anche il riconoscimento ufficiale di migliore collaborazione. E a giudicare da quando è andata forte la canzone Rain on me… beh, non siamo stupiti! (ancora oggi la proponiamo con successo: nei diciottesimi è davvero un must, ma anche chi è più “grande” gradisce… parola di Jody di DJ4).
Infine un po’ di “costume”: “Lady Germanotta” si conferma una trend setter lanciando la tendenza delle mascherine che si illuminavano mostrando la “wave form” della canzone che stava cantando.Scommettiamo che le vedremo presto in altri eventi?

I coreani Bts si sono aggiudicati ben quattro premi tra cui Best K-Pop e Best Group. Best Latin, invece, è stato conquistato da Maluma ft. J Balvin con Qué Pena che, contrariamente ai pronostici, hanno avuto la meglio anche sui Black Eyed Peas ft. Ozuna con MAMACITA, che lo confermiamo anche noi di DJ4, è uno dei successi più ballati di questa estete 2020. In occasione dei VMA, comunque, I Black Eyed Peas hanno già lanciato le basi per la loro “rivincita”, lanciando, con una esibizione live molto coinvolgente sul palco di MTV, il nuovo singolo Vida loca.

Tra gli altri premi che hanno più a che fare con la parte visuale, come è giusto che sia (sono pur sempre I Video Music Awards) segnaliamo di Taylor Swift (migliore regia) per The Man, Miley Cyrus, Mother’s Daughter (Best Editing).  La nuova categoria “figlia” della quarantena imposta dalla pandemia è “Miglior Video Musicale girato da casa”; il premio è andato a Justin Bieber e Ariana Grande per Stuck with U.

E per concludere qusto breve report da N.Y. City, un cenno a chi… agli MTV VMA non ha vinto nulla. E non parliano di due sconosciute:
Billie Ellish e Dua Lipa. Nessuno, in effetti, si aspettava che le due cantanti se ne potessero tornare a casa con un pugno di mosche n mano… in particolare, Dua Lipa ha davvero monopolizzato questa primavera con due singoli fortissimi: Don’t Start Now e Physical. Ma, amici di DJ4, don’t worry! Noi di DJ4 sappiamo quanto siano forti queste due tracce e amiamo proporle nei nostri DJ set! In particolare, il sapore “revival” di questi due pezzi può fare la differenza anche nei set di musica “antica”, quando è necessario ricollegarsi alle hit del momento, magari a un evento con un pubblico con partecipanti di età molto eterogenea.
Grazie a tutti per l’attenzione e da parte di noi di DJ4, DJ per feste ed eventi al top.

E tu, cosa aspetti a contattarci per rendere memorabile il Tuo Evento con la proposta DJ4?

Compila il modulo ora!

Estate 2020: c’è voglia di spensieratezza anche, e soprattutto, grazie alla musica. Ecco le canzoni più forti!

Anche in questa calda e (ahimè) anomala estate, siamo pronti a condividere con voi (e con gli amici del quotidiano online “Il Sussidiario“: qui trovate l’articolo completo) la nostra selezione musicale delle hit più forti. In questa estate 2020, caratterizzata dalle restrizioni alla fruizione della musica (concerti e discoteche, sono due tipi di intrattenimento soggetto a molte limitazioni legate al distanziamento sociale) la voglia dai ballare non manca comunque, a giudicare dalla produzione musicale del momento, specie considerando quella di casa nostra.  

Nel nostro “10 songs in 10 minutes” (ascoltalo QUI o cliccando il player qui sopra): le 10 canzoni più forti, mixate per voi da DJ Jody Belli, abbiamo inserito anche alcuni successi italiani: in particolare, Ciclone di Takagi e Ketra (con la voce della bravissima Elodie)  e Mediterranea di Irama (ance se ce ne sono tante altre, non ultime la Isla di Giusi Ferreri e Elettra Lamborghini e Paloma di Fred de Palma), contraddistinte dall’ormai immancabile ritmo raggaeton. Sempre nel solco del raggaeton, ma non “made in Italy”, un successo mondiale dei Black Eyed Peas (FT Ozuna): Mamacita. Italianissimo, a dispetto del nome d’arte, DJ Shorty (con El Micha), e la loro spensierata Shake Señora. Si ispira invece ai rimi africani la canzone rivelazione di questa mezza estate:  Jerusalema di Master KG, davvero irresistibile, a partire dalla coreografia del balletto abbinato al video.

Prima di riprendere con le canzoni dance, una parentesi all’hip hop, con Savage Love di Jason Derulo , con il suo sound “lento ma violento” (definizione di di questo genere di musica coniata dal grande “DJ Albertino” ). Salendo quindi di BPM (battute per minuto), quatto sono i pezzi che, tra i tanti, non si poteva non citare: partiamo da due grandi ritorni: parliamo di Bob Sinclar, con I’m on my way (in collaborazione con Omi) e di Gigi d’Agostino, con la ballatissima Hollywood. Sa di revival anche Bimbi Per Strada di Fedez, che ha utilizzato la celeberrima Children di Robert Miles per costruirci attorno il suo rap. Infine, una novità… senza nostalgia:  Topic con Breaking Me (ft. A7S).

Clicca il player di seguito per ascoltare le canzoni dell’estate mixate da noi, per il tuo prossimo party!

Ecco di seguito la tracklist:

Master KG – Jerusalema 

Hollywood – Gigi d’Agostino

I’m on my way – Bob Sinclar FT Omi

Savage Love – Jason Derulo

 Topic – Breaking Me ft. A7S

DJ Shorty ft. EL Micha – Shake Señora

Bimbi Per Strada – Fedez

Ciclone – Takagi e Ketra (ft. Elodie)

Mediterranea – Irama  

Mamacita – Black Eyed Peas (FT Ozuna)

Il tuo party esclusivo virtuale su Zoom: DJ set in streaming per la tua festa privata


DJ set personalizzato HQ in live streaming su ZOOM

Il tuo party esclusivo virtuale by DJ4


Zoom e Houseparty sono diventate le app del momento causa forza maggiore: l’isolamento sociale imposto dalle norme attuali le ha rese le protagoniste della comunicazione nel ultime settimane. Grazie alla possibilità di condividere video e suoni, si sono rivelate la risposta migliore alla necessità di lavorare e contattarsi in gruppo da remoto nel tempo libero.  

E, da oggi, sono anche uno strumento perfetto per fare festa insieme!

ECCO IL NOSTRO PRIMO ZOOMPARTY LIVE!!!


Come dal vivo

Il nostro DJ è collegato, visibile in webcam, con una consolle professionale con microfono (la stessa che utilizziamo negli eventi dal vivo). Il collegamento è diretto alla piattaforma, e la qualità del suono è assolutamente elevata. E c’è anche un’ottima possibilità di interazione: il DJ può anche parlare e animare la serata, facendo ad esempio gli auguri al festeggiato ecc…

Feste fino a 100 persone

Grazie al servizio Zoom Pro, che è possibile far partecipare alla festa fino a 100 persone; la durata della festa può arrivare a 24 ore. per cui, di tempo ce n’è!

Per avviare un  video-party, che sia da PC Windows o Apple, si dovrà scaricare la web-app, quindi cliccare sul link che riceverete, attraverso un messaggio di posta elettronica o via Whatsapp.

Durante una festa normale, le persone di solito si dividono in piccoli gruppi e parlano tra loro, il che non è un’opzione durante una festa Zoom perché tutti sono sintonizzati sulla stessa conversazione. Non c’è il rischio, quindi, che si creino i “gruppetti” che di solito sono un ostacolo al successo della festa. Con la musica giusta, e con l’animazione del dj, non ci sono mai silenzi imbarazzanti e viene favorita l’interazione tra gli invitati!

Interessante la possibilità che offre Zoom di aggiungere uno sfondo personalizzato. Sfruttiamola per creare un’atmosfera ancora più informale e festosa. È possibile aggiungerne uno, modificarlo e rimuoverlo in qualsiasi momento durante la video-festa. Si può anche utilizzare il pulsante “Ritocca il mio aspetto” per applicare un filtro levigante e schiarente sul viso.

Affinché l’esperienza su Zoom si ancora più coinvolgente perché non invitare gli ospiti a consumare la loro bevanda alcolica o analcolica mentre si balla?

CHE ATTIVITA’ SI POSSONO FARE?

Beh, non solo si può parlare e ballare: con l’aiuto del DJ, come a una festa “reale” si può:

-Fare contest di ballo tra i singoli partecipanti e indire poi delle votazioni per fare una premiazione

-Organizzare balli con corografie sincronizzate: sarà bellissimo poi rivedervi! L’effetto è simile a quello di una discoteca piena, se gli invitati al party virtuale sono molti!

Come si partecipa?

Non devi installare niente di complicato: ti arriva il link su Whatsapp o via email, 15 minuti prima dell’orario concordato della festa, e attiverai Zoom in automatico! Puoi così partecipare alla tua festa privata; nessuno vedrà il link “segreto” se non le persone che vuoi che partecipino al party!

Come si paga?

Prima della festa viene inviato un link PayPal per provvedere al saldo! Molto semplice e veloce!


E tu, cosa aspetti a contattarci per il tuo ZOOM Virtual Party?

Compila il modulo ora!