Oscar 2024: dalle colonne sonore dei film alla tua festa

La cerimonia degli Oscar del 2024 (96ª edizione) si è svolta con grande sfarzo e prestigio il 10 marzo 2024 presso il sontuoso Dolby Theatre di Los Angeles. Ancora una volta, il rinomato evento è stato presentato da Jimmy Kimmel, che ha fatto il suo ritorno alla conduzione per la quarta volta. La kermesse è stata una vera e propria festa per gli occhi e le orecchie, con spettacoli musicali straordinari che hanno arricchito l’atmosfera già elettrizzante della più importante rassegna del cinema mondiale. Continua a leggere

SANREMO 2024: UN FESTIVAL TUTTO DA BALLARE

Oltre a riportare i risultati già noti del Festival di Sanremo 2024 (1º Angelina Mango con “La noia”; 2º Geolier con “I p’ me, tu p’ te” e 3º Annalisa con “Sinceramente”), noi di DJ4 vogliamo darvi una prospettiva da addetti ai lavori sull’evento, concentrandoci sulla musica “happy” e da ballare, adatta a una festa; quest’anno, sia tra le canzoni degli artisti in gara che tra gli ospiti, non è mancato del materiale interessante. Come è successo l’anno scorso con Lazza e il suo brano “Cenere” e con Paola e Chiara –  “Furore” (entrambi presenti quest’anno come ospiti, collegati dal Suzuki Stage), anche questa edizione ci ha fornito pezzi che faranno sicuramente scatenare il pubblico.

I PEZZI PIU’ CARICHI DEL FESTIVAL DI SANREMO 2024

Ad esempio, brani con ritmo veloce come “Un ragazzo una ragazza” dei The Kolors, reduci dal successo estivo “Italodisco”, saranno sicuramente molto richiesti e ballati. Lo stesso vale per “Onda alta” di Dargen d’Amico (ricordate “Dove si balla” di tre Festival fa?), Annalisa con “Sinceramente”  e “Click boom!” di Rose Villain, una vera rivelazione del Festival, con un brano che invoglia a muoversi e che continuerà a far parlare di sé nei prossimi mesi, nonostante si sia classificato nelle retrovie in questa edizione di Sanremo, al 23º posto.

Per me l’amore è come un proiettile
Ricordo ancora il
Suono click boom boom boom
Senti il mio cuore fa cosi boom boom boom
Corro da te sopra la mia vroom vroom vroom
Prendi la mira baby click boom boom boom
Boom boom boom

Anche Angelina Mango, con la sua “Noia”, che ha trionfato in questo settantaquattresimo Festival della canzone italiana, riesce a far muovere le teste, e non solo, grazie al ritmo latino in stile un po’ “Shakira”: è quasi da considerare un pezzo dal sapore estivo…una finestra sulla bella stagione in arrivo.

E come non citare i Ricchi e poveri, con “ma non tutta la vita”? Beh, i “ragazzi” quando si parla di musica spensierata e coinvolgente ci sanno fare. E lo hanno dimostrato anche durante la quarta serata, dove hanno cantato, con le splendide Paola & Chiara, un medley esplosivo che ha trasformato il teatro in un grande party: Sarà perché ti amo e Mamma Maria.

E a proposito di musica italiana da cantare e ballare, non sono stati da meno, sempre nella serata del venerdi, Alessandra Amoroso e Boomdabash, con i brani “Le radici ca tieni”, “Mambo salentino” e “Karaoke“.

I The Kolors, che hanno riportato in auge l’Italodisco, hanno rinverdito  i successi di Umberto Tozzi “Ti amo”, “Tu” e “Gloria”, proponendo, con il cantante torinese, una variante un po’ più funky e molto carica.

E per non scontentare gli amanti del rock, non è mancata la cover di ‘Lamette’ di Donatella Rettore, performata con i La Sad, un gruppo milanese che ha saputo creare una sua identità musicale attraverso una mescolanza di generi come il pop punk, l’emo e la musica trap.

SANREMO 2024: UNA FINESTRA SULL’HIP HOP ITALIANO

Ma il Festival di Sanremo 2024 va ricordato anche per aver dato una ampia vetrina alla musica hip hop, con Geolier (“I p’ me, tu p’ te”, che si è aggiudicato il secondo posto nella classifica finale) e Ghali (“Casa mia”). Assai interessante poi la serata cover, grazie alla presenza di due fuoriclasse del genere rap: Guè, e Luchè hanno performato con Geolier e Gigi d’Alessio “Strade” (un collage di pezzi classici , composto da “Brivido“/”O’ primmo amore”/”Chiagne”).

MUSICA DANCE: IN CONSOLLE BOB SINCLAR E GIGI D’AGOSTINO A SANREMO 2024

Nel corso degli anni, il Festival si è aperto anche a sonorità più dance (ricordate i Meduza, tra gli ospiti del 2022?) ma mai come in questa edizione. Nella quarta serata del Festival di Sanremo, dedicata alle cover, Fred De Palma con gli Eiffel 65 propone un mix dei più grandi successi del gruppo torinese: “Too much of Heaven“, “Viaggia insieme a me” e, per finire, “Blu“, uno degli inni degli anni 90. Ma a proposito di canzoni che hanno segnato quella decade magica, vogliamo ricordare la grande performance del Capitano Gigi D’Agostino, che, dopo un lungo periodo di stop a causa di problemi di salute, è tornato “on stage” suonando le sue hit più famose dal palco della Costa Smeralda in un medley iniziato con “l’Amour toujour”, e si conclude con “la passion”, passando attraverso con “Words of love”, “Ultra Symphony”, “In My Mind”, “Another way”, “Bla Bla Bla”, “Glitter” e “Rectangle”. Gigi d’Agostino è un vero e proprio “monumento” alla dance italiana, famoso in tutto il mondo: pensate che “L’Amour toujour“, “coverizzata” l’anno scorso da Mara Sattei e Noemi, ha totalizzato, ad oggi, ben 465 milioni di visualizzazioni, considerando solo il suo canale su Youtube.

Il direttore artistico Amadeus quest’anno è riuscito a coinvolgere anche uno dei DJ internazionali più importanti del mondo, ovvero Bob Sinclar, che si è esibito nel suo DJ set con una serie di hit sia internazionali che italiane. Collegato dalla Costa Smeralda, il produttore discografico francese ha fatto ballare tutti con “A far l’amore comincia tu” di Raffaella Carrà, “Ti sento” di Matia Bazar e uno dei pezzi gli hanno garantito il successo: “Love Generation”.

Infine, vi ricordiamo che siamo costantemente aggiornati sulle ultime tendenze musicali, incluso il Festival di Sanremo 2024! Se vuoi un DJ set che ti faccia divertire con i più recenti successi, non esitare a prenotare con noi di DJ4! Clicca QUI per ulteriori informazioni e per prenotare il tuo evento.

VUOI ANCHE TU UN EVENTO AL TOP CON LA MUSICA E I DJ DI DJ4? Cosa aspetti a contattarci per rendere memorabile il Tuo Evento?

Compila il modulo ora!

 

Musica 2023🎵: canzoni, tormentoni🎧. Un ritorno agli Anni 80

Prima di partire con l’elenco delle canzoni del 2023, i tormentoni musicali più forti, consentiteci di fare un ringraziamento: con l’anno che si avvia al termine e l’atmosfera festosa del Natale che ci avvolge, noi di DJ4 ci teniamo a dire grazie a tutti voi per aver reso possibile un anno così straordinario e pieno di serate memorabili. E vogliamo condividere con voi le canzoni più importanti del 2023, che hanno segnato i dodici mesi appena trascorsi, trasformando ogni occasione di festa in un’esplosione di divertimento e di gioia.

In questa panoramica, puntiamo i riflettori sui grandi successi dell’anno, che hanno definito il nostro percorso, con un focus speciale sulla musica che ha fatto ballare di più.

MUSICA 2023: LE CANZONI-TOMENTONI… SUONANO VINTAGE!

Molte canzoni di successo nel 2023 si sono ispirate molto agli anni 80! Il gruppo “made in Italy” dell’anno, i The Kolors, hanno messo a segno una hit europea con “Italo Disco”, un omaggio al genere che negli anni ’80 ha portato il nostro Paese a diventare leader nel mondo per la musica elettronica (ci sono dei chiari riferimenti nel testo, e nella musica, a Giorgio Moroder e ai  Righeira).
Anche Bob Sinclar ha seguito il trend, mettendo il suo tocco su un classico dei Matia Bazar degli anni ’80, “Ti Sento“, ripetendo in qualche modo l’operazione che lo rese celebre una decina di anni fa con il remix di “Far l’Amore” di Raffaella Carrà. Questa nuova versione di “Ti Sento” è un vero e proprio viaggio nel tempo, grazie a suoni attentamente curati che trasportano l’ascoltatore indietro nel tempo, fino a 40 anni fa. Sinclar ha saputo dare nuova vita a questa iconica traccia, donandole un’energia fresca e contemporanea senza perdere il suo fascino originale. È un mix che incarna perfettamente l’arte di unire il passato e il presente, regalando un’esperienza musicale coinvolgente sia ai fan di lunga data che alle nuove generazioni.

Anche Dua Lipa  ha fatto il suo omaggio agli Anni ’80 con “Houdini” (l’artista di origini albanesi nel 2023 ha all’attivo anche “Dance the Night”, incluso nella colonna sonora del film di Barbie).

Paladino da svariato tempo, degli anni 80, è Purple Disco Machine, che nel 2023 non ha sbagliato davvero un colpo, con pezzi programmatissimi dalle radio e ballati in discoteca: “Something on my mind“, “Bad Company“, e “Substitution” (in quest’ultima, avete riconosciuto il campione di “Big in Japan” di Alphaville, brano memorabile degli anni ’80; questo disco è nato dalla collaborazione di due fuoriclasse come Purple Disco Machine e Dj Kung, per la prima volta insieme).

La scena musicale di questa primavera ha visto l’uscita di una splendida cover di “Never Knew Love Like This Before“, brano di Stephanie Mills che ha conquistato un Grammy nel lontano 1981 come “miglior canzone R&B”. Questa nuova interpretazione, mantenendo suggestioni sonore degli anni ’80, è stata realizzata dal DJ e produttore francese Bob Sinclar, il quale ha scelto Quinze per dare nuova vita a questo brano iconico.

Inoltre, è da segnalare un’inattesa incursione nel mondo della dance da parte dei Duran Duran con “Psycho Killer“, in collaborazione con Victoria De Angelis dei Maneskin. La versione Rivaz Remix di questa collaborazione ha un’energia e una grinta sorprendenti, unendo le influenze dei Duran Duran con la freschezza e la potenza di Victoria De Angelis, aggiungendo un nuovo strato di creatività alla scena musicale.

CANZONI 2023: NON MANCANO UN PO’ DI CITAZIONI ANNI 90

Anche se non si parla di un vero trend come il revival anni 80, anche gli anni 90 sono stati d’ispirazione nella creazione di molte hit che ci hanno fatto ballare nell’anno appena concluso: per esempio, David Guetta e i Black Eyed Peas hanno citato Haddaway e Scatman John.

David Guetta ha ripreso il famosissimo pezzo anni ’90 “What Is Love” di Haddaway nella sua “Baby Don’t Hurt Me“, in collaborazione con Anne-Marie e Coi Leray. È perfetta per aprire il momento revival durante le vostre feste.

Il panorama musicale attuale evidenzia una conferma della svolta latina intrapresa dai Black Eyed Peas negli ultimi anni, attraverso i nuovi singoli estratti dall’album “Elevation”. “Bailar Contigo” campiona “Scatman“, il tormentone degli anni ’90 di Scatman John. Questa fusione di sonorità attuali con un ritmo iconico degli anni passati dimostra la capacità dei Black Eyed Peas di mescolare stili e epoche diverse, creando un’esperienza musicale coinvolgente e nostalgica al tempo stesso.

Parlando di richiami agli anni ’90 e di collaborazioni di successo, Calvin Harris ed Ellie Goulding (nel loro terzo progetto insieme) hanno pubblicato “Miracle“. Questo brano dance è perfetto per scatenarsi nelle feste DJ4 e vanta già diverse versioni remixate. Si ispira chiaramente al mood della musica trance e dream dei mitici anni ’90, epoca in cui trionfava “Children” di Robert Miles. Questo nuovo brano incarna perfettamente quell’atmosfera, portando un tocco contemporaneo a un suono che ha segnato un’epoca nella storia della musica dance.

E come non citare il pezzo degli AQUA, Barbie Girl, riproposto da Tiësto? Beh, ha davvero caratterizzato questo 2023, grazie al successo del film, un vero blockbuster.

Canzoni italiane 2023 più ascoltate: la rivincita delle cantanti

Sul fronte nostrano, interessante notare che sono state soprattutto le donne che hanno messo a segno il maggior numero di successi “seriali”, ovvero, due o tre pezzi “da classifica”, in questo 2023. Partiamo da Paola e Chiara (tornate insieme, dopo anni di distacco), con Furore(un pezzo che è un omaggio  dedicato alla dance degli anni novanta e duemila), “Mare Caos” (con un ritmo latineggiante me che strizza l’occhio agli anni 70, con una citazione di “Dancing queen” degli Abba), e “Lambada” con Boomdabash.

Annalisa ha messo a segno un anno davvero “top”: Bellissima (uscito ufficialmente alla fine del 2022, ma “esploso” a inizio 2023), “Mon amour“, “Euforia”, “Disco Paradise” (con Fedez e Articolo 31).

E la “rivale elettiva” di Annalisa, Elodie? Beh, anche per lei, gli ultimi 12 mesi sono stati davvero proficui. A inizio anno, ha lanciato “OK. Respira”, e successivamente, altre due hit:  “Pazza musica” con Marco Mengoni, e “A fari spenti“.

C’è spazio anche per una debuttante: Angelina Mango, con “Sere d’estate” e “Che to dico a fa“.

Tra i “colleghi uomini” va citato senza dubbio Lazza che ha ottenuto grandissimo successo con “Cenere” (brano in cui si riconosce il sapiente zampino di Dardust). Presentata al Festival di Sanremo dove si è aggiudicata un meritatissimo secondo posto, Cenere è stata suonatissima dalle radio e molto apprezzata nelle nostre feste di compleanno soprattutto nei diciottesimi.

I Pinguini Tattici Nucleari hanno continuato a lanciare successi, con “Rubami la notte” (la canzone celebra la vita notturna e le nuove storie d’amore che nascono in questo contesto) e “Nightmares” con Bresh

Altro pezzo tra i più gettonati dell’estate, “Fragole” di Achille Lauro e Rose Villain.

Canzoni hip hop 2023: ecco com’è andata

L’hip hop e, soprattutto, la trap, ha mantenuto una presenza forte nelle playlist, con brani che sono diventati veri e propri tormentoni nelle feste del 2023. “Finesse” di Gelosa ft. Shiva, Guè & Sfera Ebbasta, e “Vetri Neri” di Ava, Anna e Capo Plaza sono stati particolarmente richiesti, diventando presenze fisse nelle feste di compleanno e riscuotendo un grande successo soprattutto tra il pubblico più giovane.

Un’altra traccia apprezzata è “Taxi sulla Luna” prodotta da Takagi & Ketra, eseguita da Tony Effe ed Emma. Anche se meno energica, ha ottenuto un grande successo in radio, dimostrando la sua presenza costante nelle playlist degli ascoltatori.  “Parafulmini” è emerso come un vero e proprio tormentone rap: questa collaborazione tra Ernia, Fabri Fibra e Bresh ha messo in luce una critica all’eccessivo utilizzo dei social network e al peso delle valutazioni basate sul successo sociale.

Infine, tra i brani che abbracciano l’hip hop ma si spostano verso sonorità più da dance,”Bon Ton” di Drillionaire (Feat Lazza, Blanco, Sfera Ebbasta) e “Un Altro Mondo” di Merk & Kremont con Tananai e Marracash, hanno catturato l’attenzione per la sapiente ed efficace fusione di suoni. Quest’ultima traccia, in particolare, con la sua atmosfera che richiama la celebre “Born Slippy” degli Underworld, ha attirato l’entusiasmo degli ascoltatori, unendo la potenza dell’hip hop con il groove della dance in un mix esplosivo e coinvolgente.

CANZONI DANCE E HOUSE NEL 2023: UN TOCCO LATINO ANCHE NEL CLUB

Rimanendo nel solco della musica dance, andiamo nello specifico a occuparci della musica da club. In questo 2023, la tendenza alla contaminazione latina è innegabile; di seguito, alcuni esempi. Ha un che di “latin style” “Caribeña” di Baddies Only; menzione speciale per Bel Mercy – “Jengi” e “Dientes” di J Balvin, Usher, DJ Khaled , che, pur essendo di base un pezzo raggaeton, strizza l’occhio alla dance: ci sta dando grandi soddisfazioni in pista. Per gli amanti del genere va citato anche “Pa Lante” nuovo singolo del DJ e produttore discografico francese Hugel realizzato in collaborazione con Ryan Arnold e El Chuape e Shakira con MUSIC SESSION 53, una “coda dell’inverno” 2022 ma diventata rilevante a inizio 2023.

Altri pezzi dance, non influenzati dal sound latino, che hanno avuto successo nel 2023 sono “(It Goes Like) Nanana” di Peggy Gou è un altro pezzo che si adatta perfettamente a una festa “stilosa”, con i suoi suoni house un po’ anni 90: è di classe e allo stesso tempo coinvolgente. Ricordiamo anche La Bebe (David Guetta remix, di Yng Lvcas, peso pluma e David Guetta) e due hits di Gabry Ponte: Easy on my hearth e One by One

Canzoni rock 2023: un anno magico per i fan delle chitarre elettriche

Durante l’autunno del 2023, la scena rock ha risuonato di grandi ritorni, con band iconiche come i The Rolling Stones, che hanno lanciato il loro singolo “Angry” estratto dal nuovissimo album “Hackney Diamond“. Il video di questo singolo è stato girato per le strade di Los Angeles, con la presenza dell’attrice Sydney Sweeney, regalando un’esperienza visiva unica.

Tra i ritorni più attesi, anche gli U2 hanno fatto parlare di sé con “Atomic City“, mentre Lenny Kravitz ha presentato “TK421“, un brano che riflette perfettamente lo stile distintivo del leggendario performer statunitense. Quest’ultimo offre un mix di forti influenze black, creando atmosfere che evocano il talento e l’anima di Prince, mentre il ritmo incalzante e il groove coinvolgente lo rendono un successo anche quando inserito in sequenze rock durante le feste.

RAGGAETON: MALUMA E’ SEMPRE IL MATTATORE

Per quanto riguarda invece il raggaeton, il 2023 non è stato un anno tra i più memorabili: non ci sono molti pezzi diventati mainstream; Rosalia con “Tuya“, però, è proprio riuscita a far diventare popolare a 360 gradi questo pezzo ritmato che non fa scatenare come le hit raggaeton più richieste di un tempo. Maluma (nel nostro paese, è il cantante   latinoamericano con il maggior numero di followers su Instagram , dopo Shakira) si è “rifatto vivo” , dopo il singolo estivo con “Procura” e Anitta con “Mil Veces” . Ma il pezzo più forte è senza dubbio il nuovo di Zion & Lennox e Wisin: “Ahora” sta facendo ancora ballare sul serio, così come “lala” di  Myke Tower.

CANZONI AUTUNNO 2023: I PEZZI PIU’ FORTI DEL MOMENTO

L’autunno è una stagione  caratterizzata da un’esplosione di colori caldi e…dai primi freddi. Con il calare delle temperature e l’accorciarsi delle giornate, l’autunno evoca spesso un senso di malinconia. È il momento in cui la natura si prepara per il riposo invernale, e questa transizione può riflettersi sul nostro mood. Ed è per questo motivo che, spesso, gli artisti concentrano la produzione di canzoni un po’ più introspettive in questa parte dell’anno.

Per esempio, Annalisa, in attesa dell’album “E poi siamo finiti nel vortice”, ha scelto l’autunno per il suo pezzo “Sola“, dalle atmosfere più intimiste, dopo i successi spensierati, primaverili e estivi, di “Bellissima”, “Mon amour” e “Disco paradise”.

Tre canzoni italiane del momento… dal sapore estivo

Tuttavia, non mancano le eccezioni: per esempio, segnaliamo tre canzoni del momento, sempre italiane, davvero cariche e allegre, molto gettonate in questo autunno 2023, che portano immediatamente… a un mood estivo!

Nightmares” di Bresh con i Pinguini Tattici Nucleari

Che to dico a fa” di Angelina Mango

Classico” degli Articolo 31 Continua a leggere

IL 2022 IN MUSICA: LE CANZONI PIU’ FORTI E I TORMENTONI DELL’ANNO APPENA TRASCORSO

Tempo di bilanci: in vista della fine dell’anno (e delle tante feste aziendali di Natale… grazie a tutti!) noi di DJ4 (DJ per feste con impianto audio e luci) vi riportiamo quelli che sono stati i successi più forti, che hanno caratterizzato di più questi ultimi 12 mesi, con un occhio particolare alla musica da ballare, come sempre.

ECCO QUI SOTTO LA PLAYLIST DELLE CANZONI CITATE IN QUESTO POST

Anche il 2022 è stato particolarmente propizio per la musica italiana, come certifica la ormai famosa classifica di Spotify: a farla da padrone sono stati Blanco e Mahmood con “Brividi”, canzone vincitrice di Sanremo 2022, che ha fatto segnare un numero di ascolti da capogiro su Spotify e Apple music, tanto da risultare la canzone più ascoltata in assoluto su queste piattaforme; tra l’altro, “Brividi” era entrata nella chart internazionale Billboard Global 200. Se nella versione originale non l’abbiamo mai suonata, invece, nella variante remix, è andata parecchio alle vostre feste!

Ma non sono né Blanco né Mahmood gli artisti più ascoltati; per il secondo anno consecutivo, Sfera Ebbasta  è l’artista che ha collezionato più “play” nel 2022 (Hace Calor, con di Kaleb Di Masi , ci ha fatto ballare alla grande!), seguito da Lazza e thasup, in seconda e terza posizione.

Altro artista che ha caratterizzato questo 2022 è Rhove, con la sua Shakerando: molto ballata e richiestissima alle vostre feste di compleanno, specie nei diciottesimi, ma non solo; un pezzo uscito nella prima parte del 2022, ma che è andato fortissimo sino a tutta l’estate.

Tra i nomi più forti, anche in questo 2022, Dargen d’Amico, con “Dove si balla”; i Boomdabash, con Tropicana (la cantante, stavolta, è Annalisa) , il “solito” Fedez, con Mara Sattei e Tananai: “La Dolce Vita”.
Ma il 2022 è stato anche l’anno che visto due donne di rilievo della scena italiana mettere a segno due successi di fila (cosa non facile!): Elodie con Tribale, si è rivelata di nuovo una delle mattatrici: ci sta facendo ballare già dall’inizio dell’estate con questo pezzo, e quest’inverno, con “Ok. Respira” sta andando fortissimo!  Myss Keta con “Finimondo” ha risuonato in tutte le spiagge durante la “summer 2022”, complice il “furbo” campionamento della voce di Edoardo Vianello; la performer e cantante milanese, poi, ha riprovato a bissare, riuscendoci (in parte), con Scandalosa. Insomma, molte hit importanti dell’anno appartengono all’estate, come spesso è accaduto anche in passato.

Da non dimenticare, poi, gli italianissimi Maneskin, che con Supermodel hanno sbancato anche oltreoceano, mettendo a segno un numero vertiginoso di streaming su Spotify: 2.500.000, nel primi due giorni dal lancio.

Tra gli artisti stranieri, invece, non si può non citare Harry Style, vero e proprio “uomo dell’anno”; “As it was” è la canzone che ha avuto più stream (1.600 000 ascolti), e anche le altre canzoni, tra cui “Late Night Talking” e, soprattutto, “Music for a Sushi restaurant” (che a dicembre 2022, è in vetta a tutte le classifiche e super-trasmessa da tutte le radio) si sono rivelate assai azzeccate. Harry Style non è certo uno dei quegli artisti che produce musica da ballare, sebbene il ritmo, di solito, non manchi nei suoi lavori: “As i t was” è la più incalzante.

Il 2022 ha visto anche il ritorno di una delle Queen del pop e dell’Hip Hop mondiale: Beyoncé. “Break my soul” è il titolo del pezzo, dalle sonorità da club, ma al tempo stesso raffinato, e con un tocco vintage. Interessanti anche “About Damn Time” e “2 Be Loved (Am I Ready)” di Lizzo: una garanzia, quando si desidera dare un tocco energico di musica black.

E che dire poi dei Black Eyed Peas? Abbiamo quasi “consumato” i loro due singoli di punta. Nell’estate 2022, hanno fatto muovere tutto il mondo con “Don’t You Worry” (in collaborazione con David Guetta e Shakira), che ricorda un po’ “I gotta feeling”, di una decina di anni fa, e “Simply the best” con Anitta e El Alfa. Quest’ultima traccia, proprio in questi giorni, è in heavy rotation in radio, e risulta essere anche una “calamita” per le persone che vogliono scatenarsi in pista.

Quest’anno il raggaeton e la musica latina non hanno avuto la rilevanza “pop” che ci si sarebbe aspettato; tuttavia, su tutti, spicca la superstar portoricana Bad Bunny,  che, per il terzo anno di seguito, è l’artista più ascoltato in assoluto: “Me Porto Bonito” e “Tití Me Preguntó” i suoi pezzi di punta.

DANCE, HOUSE E DINTORNI: TRA NUOVE PROPOSTE E “VECCHI LEONI”

Tante le tracce di musica da ballare che hanno caratterizzato questi ultimi 12 mesi. Tra i grandi nomi della scena dance, Purple Disco Machine & Sophie and the giants con  “In The Dark“, i Meduza con “Bad Memories“, David Guetta  & Bebe Rexha con “I’m Good (Blue)” e Kungs, con “People” (quest’ultima è una hit, senza dubbio, anche se meno forte rispetto al successo dell’anno scorso “Never Going Home”).

Ma una particolare attenzione va messa sugli esordienti (o quasi) James Hype, “Ferrari”, e Raffa Fl, e la sua “Ritmo”, un vero tormentone caratterizzata da un sound latin-style (ci ha accompagnato dalla primavera a tutta l’estate, e a Capodanno non mancherà di sicuro nella nostra DJ bag!). E a proposito di ritmi latineggianti, abbinati alla musica house, John Summit e “La Danza” è un altro pezzo da considerare: da club, con un suono “caliente”.

Fa il verso a un altro pezzo “d’annata” (Papi chulo, anno 2003) quello di Hugel; cantato da Jenn Morel e da Lorna, ovvero colei che interpretò la versione originale di ormai 20 anni fa!. Il titolo, però, è diverso, non più Papi Chulo ma “Tamo Loco“. E pure “Night Away (Dance)” di A1 x J1 riprende un classico (ovvero, la Lambada), che a sua volta era già stato rifatto da Pitbull e JLo dieci anni fa. Insomma, nella dance… non mancano i corsi e ricorsi storici, ma l’importante è creare la situazione giusta e far divertire il pubblico, con gusto e professionalità. E per questo, noi di DJ4, ci siamo e ci saremo sempre!

ECCO QUI SOTTO LA PLAYLIST DELLE CANZONI CITATE IN QUESTO POST

 

Canzoni Estate 2022: i tormentoni, da ballare, italiane e straniere

Protagonista di questa estate in musica la voglia di fare festa all’ennesima potenza, tra ritorni illustri (Beyonce‘ e Black Eyed Peas) e nuove proposte, specie tra la musica dance. La prima estate, dopo due anni di regole dettate dall’emergenza Covid, è caratterizzata da una voglia di divertirsi che viene evidenziata dalle canzoni che stanno andando per la maggiore. Abbiamo realizzato una playlist su Youtube (la puoi vedere qui sotto) con tutti i pezzi che citiamo in questo articolo: ascoltala! Ma prima… leggi l’articolo!

 

Canzoni Estate 2022: i tormentoni, da ballare, italiane e straniere

Continua a leggere

coachella 2022

Dal Coachella Festival al tuo party?

Dopo due anni, finalmente torna uno dei festival musicali più cool: il Coachella. Dall’Empire Polo Club in Indio (California) moltissimi artisti si sono esibiti sui diversi palchi e in live streaming sul canale official del festival. Noi di DJ4 proviamo a rimettere ordine in questo “mare magnum” musicale soffermandoci, soprattutto, sugli artisti che hanno animato e animeranno i party targati DJ4, quelli che nel corso degli anni ci hanno regalato hit indispensabili per un party di successo. Per prenotare subito una call con noi, contattaci QUI.

Justin Bieber è salito sul palco con Daniel Caesar, per la loro performance di Peaches. Di questo brano è uscita, sempre nel 2021, anche una versione remix, molto riuscita a nostro avviso, con Ludacris, Usher & Snoop Dogg.
Per quanto riguarda la musica latina segnaliamo la performance di Anitta con Envolver, pezzo del momento. Anitta ci ha anche riservato una sorpresa quando sulle note di Onda diferente è stata raggiunta sul palco, da Snoop Dog, tra l’entusiasmo del pubblico. Continua a leggere

Canzoni Festival Sanremo 2022: finalmente un po’ di musica dance!

Amici di DJ4, anche se il Festival di Sanremo non è certo il riferimento di quella che è la musica che proponiamo e che ci chiedete, merita anche quest’anno (è l’edizione numero 72) qualche cenno sul nostro blog, al di là di quelle che sono le classifiche finali. Ci concentriamo, in particolare sui tre produttori di musica dance (Simone Giani, Luca De Gregorio e Mattia Vitale) che tutto il mondo ci invidia: i Meduza, che sono saliti sul palco nella prima serata (sebbene non in gara….) trasformando in una discoteca il teatro Ariston, proponendo le loro hit mixate, a partire da Piece of Your Heart, e per finire con Tell It To My Heart, con il cantante Hozier presente sul palco per cantarla.

SANREMO 2022: SPAZIO ANCHE AL REVIVAL

Continua a leggere

CANZONI DEL 2021: L’ANNO DELL’ITALIA NEL MONDO, TRA DEBUTTANTI E “VECCHIE GLORIE”

Amici di DJ4 (DJ per feste con impianto audio e luci), anche quest’anno è al termine (o è iniziato da poco… a seconda di quando state leggendo) e come sempre è il momento di bilanci. Che, in questa occasione, sono ricchi di sorprese. In particolare, il 2021 è stato l’anno d’oro per la musica italiana: a partire dai Maneskin. La loro “Beggin” è tra le 10 canzoni più riprodotte su Spotify a livello mondiale, guadagnando il primato di brano italiano più ascoltato di sempre in streaming, con due miliardi di “play”. C’è da dire però che il gruppo rock romano, circoscrivendo l’analisi all’Italia, non ha riscosso un successo così importante: al primo posto tra gli artisti maschili, bissando il successo del 2018, c’è infatti Sfera Ebbasta (nel 2020, era il secondo) tallonato dai “colleghi” Blanco e Rkomi. È la hit estiva Malibu del giovanissimo e quasi debuttante Sangiovanni la canzone italiana più ascoltata su Spotify nel 2021; a seguire, il brano di Blanco (anche lui, neppure ventenne e all’album di esordio) e Sfera Ebbasta “Mi fai impazzire”. Continua a leggere

I successi dell’autunno inverno 2020-2021: da ballare, e non solo

La fine dell’estate, spesso, viene indicata  percepita come la fine del divertimento, il ritorno alla vita di tutti i  giorni ecc…
Ma con noi di DJ4, questo rischio non c’è: siamo qui appostare farvi respirare il calore e la leggerezza tipica dell’estate anche in autunno e in inverno. Con le nostre feste super, ovviamente!

Ecco qui di seguito una selezione delle canzoni che stanno segnando questo periodo, le nostre armi segrete per farvi divertire e per creare le atmosfere giuste… E a proposito di atmosfere giuste, partiamo un po’ dai pezzi che non sono dei riempipista ma che sono utili nelle fasi iniziali della festa…  all’inizio, quando si mangia o si fa l’aperitivo non è opportuno “spingere subito sull’acceleratore”. Continua a leggere