DJ, impianto audio e luci per Festa dei 18 anni in villa a Milano: ecco la festa di Emma realizzata da noi

ECCO QUI SOTTO IL VIDEO DELLA FESTA, REGISTRATO LIVE!

Emma ha avuto una bellissima idea: perché non invitare tutti gli amici e festeggiare in villa i suoi 18 anni?
Dopo aver preso parte alla festa dei 18 anni del suo “fratellone”, eccoci quindi alla festa dei 18 anni di Emma. E, come tradizione di famiglia, non si è certo voluta far mancare nulla, a partire dall’impianto audio.
Oltre ai 4000 (musicalissimi e non “trapananti!” watts forniti dal nostro fido impianto Yamaha DXR. Essendo all’aperto (sebbene la “pista” fosse parzialmente coperta) la dispersione del suono è sempre molto elevata, e per avere la giusta pressione sonora… beh, scordatevi di potervela cavare con due “cassettine” cinesi da qualche decina di euro che spesso (ahimé) ci capita di vedere in giro… insomma, il tutto per dire che il risultato del coinvolgimento e della buona riuscita generale della festa passa anche attraverso la qualità dell’impianto audio! (consolle Denon, microfoni Beyerdynamic, e tanto altro. Compresi i vecchi e fidi CDJ Pioneer che fanno da backup).

DJ e impianto luci: un abbinamento vincente

E delle luci, vogliamo parlarne? Beh, senza dubbio la villa dove è stata realizzata la festa è molto accogliente e adatta alle feste, ma, a dire il vero, l’atmosfera era un po’… freddina. A questo punto, abbiamo pensato di dare il giusto colore al party, con le nostre luci a led per illuminare tutta la zona attorno al dj (Jody e Mr. Ricky), e il perimetro del dehor, chiuso su due lati. Il risultato? Beh, è da vedere: l’effetto discoteca è garantito, e ha contribuito a rendere speciale le sta di Emma, che ha molto apprezzato anche il lavoro sulle luci. Sapete, il senso estetico delle signorine, ha una marcia in più 🙂

Musica per la festa dei 18 anni di Emma

E per quanto riguarda al musica: beh, una festa dei 18 anni molto varia innanzitutto: è stata molto lunga, per cui, per essere sempre “sul pezzo” e stimolare in modo coinvolgente gli invitati, abbiamo spaziato parecchio nel repertorio: largo, come sempre, alle nit del momento (e ci mancherebbe; i 18enni sono sempre super attenti alle canzoni uscite… poche ore fa) ma senza trascurare i grandi classici che si sono dimostrati vincenti nei momenti di grande aggregazione. E cosa dire poi della canzone scelta da Emma per il taglio della torta, ovvero “I’m Gonna Be” di Post Malone (vai QUI per vedere subito il taglio della torta nel video) davvero splendida. Inutile andare poi a specificare che, sul solco di Post Malone, ci siamo prodigati poi di proseguire con il filone di musica black con Bruno Mars, The Weeknd, ecc… insomma, divertimento e buon gusto, anche in questa festa dei 18 anni, sono stati i protagonisti.

La festeggiata e DJ Jody


Alla prossima festa di compleanno dei 18 anni con DJ4!


E tu, cosa aspetti a contattarci per rendere memorabile il Tuo compleanno, come ha già fatto Emma?

Compila il modulo ora!

MTV VMA 2020: ECCO QUALCHE IDEA PER LE VOSTRE FESTE DIRETTAMENTE DA N.Y. CITY

Gli MTV Video Music Awards sono un appuntamento sempre molto interessante per noi di DJ4, proprio perché fanno quasi da spartiacque tra la stagione estiva e l’inizio di quella autunnale (QUI leggi il post di qualche anno fa, con Jennifer Lopez). O è meglio dire, getta le basi per quella autunnale: ormai I successi estivi hanno già “dato tutto” e alcuni artisti sono già usciti proprio in queste ore con I brani che andranno ad accompagnare I mesi prossimi; quale migliore occasione quindi per fare il punto della situazione?Questa trentasettesima edizione, che inizialmente si sarebbe dovuta temere al Barclays Center di Brooklyn , ma che in realtà si è svolta in varie location all’aperto di New York, passerà, per forza di cose, alla storia, come l’edizione “Covid 19”, ma è riduttivo considerarla solo sotto questo aspetto. Andiamo a vedere perché questo show, dedicato a Chadwick Boseman (l’attore morto pochi giorni fa a 43 anni) e condotto dall’attrice e cantante Keke Palmer, sarà da ricordare.

Blinding Lights del cantante canadese The Weeknd  si è aggiudicata il premio principale: best video. E le 228.127.890 visualizzazioni su Youtube testimoniano l’interesse per questo progetto (se non l’avete ancora visto… ecco il link: atmosfere molto “dark” e intense che non lasciano certo indifferenti) . Curioso notare poi che, con la stessa canzone, The Weeknd ha vinto il premio anche per la Best R&B song. Insomma, come dire che, oltre all’apparenza (il video)… c’è anche la sostanza!. Noi di DJ4, che amiamo proporre , al momento giusto, la musica black, condividiamo senza dubbio il risultato, nonostante le altre nomination di Lizzo (con Cuz I Love You; l’anno scorso l’abbiamo ballata con Juice) e la romantica Alicia Keys (Underdog) fossero davvero agguerrite.

Ma la vera dominatrice di questi VMA (Video Music Awards ) 2020 è senza dubbio Lady Gaga che ha portato a casa infatti il premio di
 “artista dell’anno” (Doja Cat, quella di Say So è stata eletta la miglior artista debuttante) ma non solo: nella sua “bacheca” virtuale gli award conseguiti, infatti, sono in totale ben cinque (ma a casa avrà abbastanza spazio nella sua vetrinetta in salotto?). Citiamo in particolare I due più interessanti: Migliore canzone, ovvero “Best Song”, per Rain on Me; premio condiviso con la “collega” Ariana Grande. Una coppia che ha funzionato, soprattutto in questa occasione, dato che ha ottenuto anche il riconoscimento ufficiale di migliore collaborazione. E a giudicare da quando è andata forte la canzone Rain on me… beh, non siamo stupiti! (ancora oggi la proponiamo con successo: nei diciottesimi è davvero un must, ma anche chi è più “grande” gradisce… parola di Jody di DJ4).
Infine un po’ di “costume”: “Lady Germanotta” si conferma una trend setter lanciando la tendenza delle mascherine che si illuminavano mostrando la “wave form” della canzone che stava cantando.Scommettiamo che le vedremo presto in altri eventi?

I coreani Bts si sono aggiudicati ben quattro premi tra cui Best K-Pop e Best Group. Best Latin, invece, è stato conquistato da Maluma ft. J Balvin con Qué Pena che, contrariamente ai pronostici, hanno avuto la meglio anche sui Black Eyed Peas ft. Ozuna con MAMACITA, che lo confermiamo anche noi di DJ4, è uno dei successi più ballati di questa estete 2020. In occasione dei VMA, comunque, I Black Eyed Peas hanno già lanciato le basi per la loro “rivincita”, lanciando, con una esibizione live molto coinvolgente sul palco di MTV, il nuovo singolo Vida loca.

Tra gli altri premi che hanno più a che fare con la parte visuale, come è giusto che sia (sono pur sempre I Video Music Awards) segnaliamo di Taylor Swift (migliore regia) per The Man, Miley Cyrus, Mother’s Daughter (Best Editing).  La nuova categoria “figlia” della quarantena imposta dalla pandemia è “Miglior Video Musicale girato da casa”; il premio è andato a Justin Bieber e Ariana Grande per Stuck with U.

E per concludere qusto breve report da N.Y. City, un cenno a chi… agli MTV VMA non ha vinto nulla. E non parliano di due sconosciute:
Billie Ellish e Dua Lipa. Nessuno, in effetti, si aspettava che le due cantanti se ne potessero tornare a casa con un pugno di mosche n mano… in particolare, Dua Lipa ha davvero monopolizzato questa primavera con due singoli fortissimi: Don’t Start Now e Physical. Ma, amici di DJ4, don’t worry! Noi di DJ4 sappiamo quanto siano forti queste due tracce e amiamo proporle nei nostri DJ set! In particolare, il sapore “revival” di questi due pezzi può fare la differenza anche nei set di musica “antica”, quando è necessario ricollegarsi alle hit del momento, magari a un evento con un pubblico con partecipanti di età molto eterogenea.
Grazie a tutti per l’attenzione e da parte di noi di DJ4, DJ per feste ed eventi al top.

E tu, cosa aspetti a contattarci per rendere memorabile il Tuo Evento con la proposta DJ4?

Compila il modulo ora!

Estate 2020: c’è voglia di spensieratezza anche, e soprattutto, grazie alla musica. Ecco le canzoni più forti!

Anche in questa calda e (ahimè) anomala estate, siamo pronti a condividere con voi (e con gli amici del quotidiano online “Il Sussidiario“: qui trovate l’articolo completo) la nostra selezione musicale delle hit più forti. In questa estate 2020, caratterizzata dalle restrizioni alla fruizione della musica (concerti e discoteche, sono due tipi di intrattenimento soggetto a molte limitazioni legate al distanziamento sociale) la voglia dai ballare non manca comunque, a giudicare dalla produzione musicale del momento, specie considerando quella di casa nostra.  

Nel nostro “10 songs in 10 minutes” (ascoltalo QUI o cliccando il player qui sopra): le 10 canzoni più forti, mixate per voi da DJ Jody Belli, abbiamo inserito anche alcuni successi italiani: in particolare, Ciclone di Takagi e Ketra (con la voce della bravissima Elodie)  e Mediterranea di Irama (ance se ce ne sono tante altre, non ultime la Isla di Giusi Ferreri e Elettra Lamborghini e Paloma di Fred de Palma), contraddistinte dall’ormai immancabile ritmo raggaeton. Sempre nel solco del raggaeton, ma non “made in Italy”, un successo mondiale dei Black Eyed Peas (FT Ozuna): Mamacita. Italianissimo, a dispetto del nome d’arte, DJ Shorty (con El Micha), e la loro spensierata Shake Señora. Si ispira invece ai rimi africani la canzone rivelazione di questa mezza estate:  Jerusalema di Master KG, davvero irresistibile, a partire dalla coreografia del balletto abbinato al video.

Prima di riprendere con le canzoni dance, una parentesi all’hip hop, con Savage Love di Jason Derulo , con il suo sound “lento ma violento” (definizione di di questo genere di musica coniata dal grande “DJ Albertino” ). Salendo quindi di BPM (battute per minuto), quatto sono i pezzi che, tra i tanti, non si poteva non citare: partiamo da due grandi ritorni: parliamo di Bob Sinclar, con I’m on my way (in collaborazione con Omi) e di Gigi d’Agostino, con la ballatissima Hollywood. Sa di revival anche Bimbi Per Strada di Fedez, che ha utilizzato la celeberrima Children di Robert Miles per costruirci attorno il suo rap. Infine, una novità… senza nostalgia:  Topic con Breaking Me (ft. A7S).

Clicca il player di seguito per ascoltare le canzoni dell’estate mixate da noi, per il tuo prossimo party!

Ecco di seguito la tracklist:

Master KG – Jerusalema 

Hollywood – Gigi d’Agostino

I’m on my way – Bob Sinclar FT Omi

Savage Love – Jason Derulo

 Topic – Breaking Me ft. A7S

DJ Shorty ft. EL Micha – Shake Señora

Bimbi Per Strada – Fedez

Ciclone – Takagi e Ketra (ft. Elodie)

Mediterranea – Irama  

Mamacita – Black Eyed Peas (FT Ozuna)

Il tuo party esclusivo virtuale su Zoom: DJ set in streaming per la tua festa privata


DJ set personalizzato HQ in live streaming su ZOOM

Il tuo party esclusivo virtuale by DJ4


Zoom e Houseparty sono diventate le app del momento causa forza maggiore: l’isolamento sociale imposto dalle norme attuali le ha rese le protagoniste della comunicazione nel ultime settimane. Grazie alla possibilità di condividere video e suoni, si sono rivelate la risposta migliore alla necessità di lavorare e contattarsi in gruppo da remoto nel tempo libero.  

E, da oggi, sono anche uno strumento perfetto per fare festa insieme!

ECCO IL NOSTRO PRIMO ZOOMPARTY LIVE!!!


Come dal vivo

Il nostro DJ è collegato, visibile in webcam, con una consolle professionale con microfono (la stessa che utilizziamo negli eventi dal vivo). Il collegamento è diretto alla piattaforma, e la qualità del suono è assolutamente elevata. E c’è anche un’ottima possibilità di interazione: il DJ può anche parlare e animare la serata, facendo ad esempio gli auguri al festeggiato ecc…

Feste fino a 100 persone

Grazie al servizio Zoom Pro, che è possibile far partecipare alla festa fino a 100 persone; la durata della festa può arrivare a 24 ore. per cui, di tempo ce n’è!

Per avviare un  video-party, che sia da PC Windows o Apple, si dovrà scaricare la web-app, quindi cliccare sul link che riceverete, attraverso un messaggio di posta elettronica o via Whatsapp.

Durante una festa normale, le persone di solito si dividono in piccoli gruppi e parlano tra loro, il che non è un’opzione durante una festa Zoom perché tutti sono sintonizzati sulla stessa conversazione. Non c’è il rischio, quindi, che si creino i “gruppetti” che di solito sono un ostacolo al successo della festa. Con la musica giusta, e con l’animazione del dj, non ci sono mai silenzi imbarazzanti e viene favorita l’interazione tra gli invitati!

Interessante la possibilità che offre Zoom di aggiungere uno sfondo personalizzato. Sfruttiamola per creare un’atmosfera ancora più informale e festosa. È possibile aggiungerne uno, modificarlo e rimuoverlo in qualsiasi momento durante la video-festa. Si può anche utilizzare il pulsante “Ritocca il mio aspetto” per applicare un filtro levigante e schiarente sul viso.

Affinché l’esperienza su Zoom si ancora più coinvolgente perché non invitare gli ospiti a consumare la loro bevanda alcolica o analcolica mentre si balla?

CHE ATTIVITA’ SI POSSONO FARE?

Beh, non solo si può parlare e ballare: con l’aiuto del DJ, come a una festa “reale” si può:

-Fare contest di ballo tra i singoli partecipanti e indire poi delle votazioni per fare una premiazione

-Organizzare balli con corografie sincronizzate: sarà bellissimo poi rivedervi! L’effetto è simile a quello di una discoteca piena, se gli invitati al party virtuale sono molti!

Come si partecipa?

Non devi installare niente di complicato: ti arriva il link su Whatsapp o via email, 15 minuti prima dell’orario concordato della festa, e attiverai Zoom in automatico! Puoi così partecipare alla tua festa privata; nessuno vedrà il link “segreto” se non le persone che vuoi che partecipino al party!

Come si paga?

Prima della festa viene inviato un link PayPal per provvedere al saldo! Molto semplice e veloce!


E tu, cosa aspetti a contattarci per il tuo ZOOM Virtual Party?

Compila il modulo ora!

Primavera 2020: le canzoni più forti del momento mixate per voi

Il Coronavirus ha (per il momento: scriviamo l’11 aprile 2020) fermato temporaneamente le feste, ma la musica va avanti! Per la vostra prossima festa, che, siamo sicuri, sarà prestissimo, abbiamo selezionato le canzoni del momento mixate per voi: in 10 minuti, ecco raccolti i successi tutti da ballare per questa primavera 2020. In attesa di poterti scatenare con tutti i tuoi amici… comincia a ballarli da solo, facendo le prove! Ecco il nostro mix che trovi anche su Mixcloud.

Il mix comincia con Physical di Dua Lipa, ricco di suggestioni che arrivano direttamente dagli anni 80, e prosegue con due pezzi che invece “citano” gli anni 70, riprendendo un po’ lo stile tipico dell’era d’oro della discomusic: In My Arms di Purple Disco Machine e Smiley Face dei Duck Sauce.

Poi è il momento della gettonatissima Tequila di Jax Jones e Martin Solveig con dei suoni latineggianti, ma sembre rimanendo nei canoni delal dace, che fa già molsto estate… Seguita poi Bando della debuttante Anna, un pezzo molto richiesto soprattutto dai giovanissimi. A seguire, Lady Gaga con Stupid Love e Justin Timberlake con The Other Side, che, anche in questo pezzo, fa muovere, ma sempre con un certo stile… bravo!

Interessante poi l’immancabile sezione dedicata al raggaeton, con Karol G e Nicki Minaj e la loro Tusa, molto forte anche in molte classifiche internazionali, così come Amarillo di J Balvin. Un vero e proprio omaggio alla musica dance da club con Roddy Ricch, e la sua The Box, che chiude il nostro “10 songs in 10 minutes”.

Se, per curiosità, vuoi sentire cosa andava esattamente un anno fa, ecco QUI il link alla nostra super classifica delle 10 più forti delle primavera 2019!

E tu, cosa aspetti a contattarci per rendere memorabile il Tuo Evento con la proposta DJ4?

Compila il modulo ora!

FESTE, LOCALI E DISCOTECHE AI TEMPI DEL CORONA VIRUS

Ormai è quasi un mese che milioni di persone (quasi quattro miliardi, in tutto il mondo) sono sostanzialmente “recluse”, con evidenti limitazioni alla libertà di movimento e alla socialità. In questi momenti, sembrano lontani anni luce le serate trascorse nei locali, all’insegna del divertimento. Ma, pensando positivo, facciamo uno sforzo e proviamo a immaginare il giorno in cui il lockdown dovuto al Coronavirus sarà finalmente un ricordo.
Sarà la fine e di un incubo, ma anche l’inizio di una serie di difficoltà per gli addetti ai lavori: club, ristoranti, location per eventi, festival, agenzie, artisti e tutto il personale (sicurezza, camerieri ecc…) ne usciranno fortemente segnate (psicologicamente e finanziariamente) da questo “limbo” durato tanto, troppo tempo: ricordiamo, tra l’altro, che tutto questo settore è stato il primo a essere sottoposto a misure restrittive. Alla luce dei fatti, per come si sta sviluppando il Covid-19, è ragionevole pensare che, per un riapertura piena e “normalizzata” dei locali notturni, se ne riparlerà ad autunno (per i ristoranti, probabilmente, un po’ prima). Specie chi aveva inaugurato da poco, faticherà a sollevare di nuovo la saracinesca.

EVENTI E SOCIALITA’: I MOTORI PER LA RIPRESA DOPO IL CORONAVIRUS

Senza forzare le tappe (ne parleremo più avanti, di questo aspetto), occorre rimettere in moto il volano sociale ed economico che può sprigionare il mondo dell’intrattenimento e della notte. Sì, perché non si parla solo di numeri (il giro d’affari annuo è nell’ordine di oltre 20 miliardi di euro, ristorazione compresa) ma anche di cultura. Andiamo incontro (e in parte già ci siamo) a un periodo storico di depressione economica in cui c’è il rischio di finire a farci la “guerra tra poveri” , mettendoci l’uno contro l’altro e rinchiudendoci nei nostri confini (fisici e mentali). Beh, il mondo dell’intrattenimento può e deve aiutare invece a unire e a far liberare un nuova voglia di rinascere. Cinema, teatri, ristoranti, locali, DJ: siamo tutti spronati a lavorare meglio e di più per divulgare un messaggio di coesione e di apertura verso l’altro, tendendo l’orecchio alle nuove culture internazionali. In Italia, stile e creatività non ci manca: innovazione, sperimentazione e miglioramento degli standard saranno le “nostre” armi, le nostre parole d’ordine. Sempre che lo Stato non metta i bastoni tra le ruote al settore della nightlife, e a chi la frequenta (senza di voi, non saremmo nessuno…). Questi sono quindi propositi per arrivare alla “famosa” fase due, come è stata definita dal Presidente del Consiglio, ovvero quella della ripresa graduale della vita sociale. In realtà, ancora non si sa nulla, nemmeno vagamente, di quelli che saranno i piani dell’esecutivo, ma, di sicuro, si potrà riprendere a lavorare con il massimo della precauzione.

E nel frattempo, in attesa di indicazioni precise “dall’alto”, come si stanno muovendo gli operatori del settore?

LE RICETTE DI JOE T VANNELLI E DI ALTRI ESPERTI

Per il mondo del clubbing, dalle colonne del quotidiano milanese Mi-Tomorrow, uno dei DJ “storici” più famosi in Italia e all’estero, Joe T Vannelli (in stand by fino ad agosto con le sue serate) racconta che sta dando consigli a addetti ai lavori e gestori di locali: “bisogna eliminare le piste e creare una sola area dedicata ai tavoli che dovranno essere ben distanziati tra loro, non sovraffollati. La ripresa non sarà facile, ma grazie alla nostra forza torneremo a condurre una vita normale”. Per quanto riguarda invece il mondo degli eventi, Tommaso Borioli CEO di Superstudio Events (importante location nel centro di Milano) ha già stabilito la fase “post virus” , con un serie di accorgimenti da attivare alla ripresa. Per esempio, per evitare il sovraffollamento, nelle convention e conferenze il numero massimo di ospiti sarà ridotto a 1/3 dei posti previsti in tempi normali, verranno distribuite mascherine protettive e gel disinfettante ai partecipanti, che potranno accedere nelle sale solo scaglionati (come accade ora nei supermercati), mantenendo la distanza di sicurezza. Infine, dopo ogni evento verrà fatta la sanificazione completa. Insomma, una procedura che senza dubbio fa della prudenza e della razionalità i suoi punti di forza: speriamo di trovare questi punti anche nel futuro protocollo che redigerà il Ministero della Sanità.

DJ JODY BELLI (DJ4.it): “UN MOMENTO PROLIFICO PER LA MUSICA DANCE”

Per quanto ci riguarda, invece, stiamo mettendo a frutto questa pausa forzata dai live per aumentare l’interazione con i social: ogni giorno, un nuovo mini-DJ set di Jody Belli (CEO di DJ4.it), rigorosamente su vinile, su Intagram TV e Youtube. Ma non solo: siamo lavorando alla produzione di video di serate della scorsa stagione (molto prolifica di grandi feste) e per riscoprire i vecchi dischi in archivio, senza dimenticarci di dedicare ancora più attenzione alle novità del momento: anche se non si può più andare a ballare… stanno uscendo molti dischi dance e house davvero interessanti, e non vogliamo certo farci trovare impreparati quando si ritornerà a ballare! Speriamo presto: per accelerare i tempi, dovremo essere tutti prudenti e collaborativi.

DJ set con Sax per feste ed eventi

A DJ could be a band “; certo, il DJ, potenzialmente, è in grado di coprire le situazioni più diverse, dall’aperitivo, con musica lounge di classe, alla fase in cui ci si scatena tutti in pista. Ma se, da solo, un bravo disc jockey può fare meraviglie, affiancato da un valido partner live, in certi tipi di situazioni, può fare ancora di più la differenza. E il sassofono, per noi di DJ4, è l’accompagnamento perfetto; l’accoppiata DJ set + Sax è vincente con tanti generi musicali, dai classici della Motown, al funk e al soul, alla musica deep and soulful, fino alla dance.

L’ “incontro magico” tra il disc jockey e lo strumento live, però, non è così semplice da creare, e noi di DJ4 lo sappiamo bene: non è stato facile mettere insieme il team di professionisti (pochi e super-fidati)! Una delle criticità, è il repertorio: infatti, deve essere appositamente selezionato e collaudato, in modo da lasciare il giusto spazio al sassofonista per esprimersi all’interno del pezzo, valorizzandolo. In alcuni casi il musicista deve attenersi rigidamente alla partitura (anche di sue composizioni inedite), in altri, invece, può improvvisare e instaurare un vero e proprio “dialogo” musicale con il deejay, facendo “freestyle”. Questo, ovviamente, è possibile solo se le due persone sono preparate, complici e hanno una grande esperienza.   

E l’esperienza è la chiave per esibirsi sempre con sicurezza e carisma, per mettere a segno un evento perfetto: l’ultima cosa che si desidera è quella di vedere un DJ e un musicista nervosi e inesperti di fronte a una platea che rimane indifferente e che non interagisce: il fallimento è garantito.

L’accoppiata DJ e Sax eventi e feste aziendali, se ben assortita, riesce a cogliere ogni cambiamento del mood della serata mantenendo alta l’attenzione del pubblico, con brio, stile e flessibilità. Tenendo sempre ben presente la linea che è stata decisa insieme con il cliente. 

Ma, più delle parole, contano i fatti: ecco il video con alcuni live di nostri aperitivi, con una selection soft, ma sempre ritmata (gli aperitivi con DJ e Sax sono la nostra carta vincente!). E una parte del filmato l’abbiamo dedicata ai balli: vi stupirete dell’impatto sulla pista che può avere!

ECCO QUI SOTTO IL VIDEO UFFICIALE “DJ + SAX”, TUTTO LIVE!

Siete pronti allora a festeggiare con noi di DJ4, in formazione DJ + Sax, il vostro party (compleanno, evento aziendale, ecc…)? Se vorrete distinguervi, con classe e stile, sicuramente sì!

E tu, cosa aspetti a contattarci per rendere memorabile il Tuo Evento con la proposta DJ + SAX?

Compila il modulo ora!