DJ, impianto audio e luci per Festa dei 18 anni in villa a Milano: ecco la festa di Emma realizzata da noi

ECCO QUI SOTTO IL VIDEO DELLA FESTA, REGISTRATO LIVE!

Emma ha avuto una bellissima idea: perché non invitare tutti gli amici e festeggiare in villa i suoi 18 anni?
Dopo aver preso parte alla festa dei 18 anni del suo “fratellone”, eccoci quindi alla festa dei 18 anni di Emma. E, come tradizione di famiglia, non si è certo voluta far mancare nulla, a partire dall’impianto audio.
Oltre ai 4000 (musicalissimi e non “trapananti!” watts forniti dal nostro fido impianto Yamaha DXR. Essendo all’aperto (sebbene la “pista” fosse parzialmente coperta) la dispersione del suono è sempre molto elevata, e per avere la giusta pressione sonora… beh, scordatevi di potervela cavare con due “cassettine” cinesi da qualche decina di euro che spesso (ahimé) ci capita di vedere in giro… insomma, il tutto per dire che il risultato del coinvolgimento e della buona riuscita generale della festa passa anche attraverso la qualità dell’impianto audio! (consolle Denon, microfoni Beyerdynamic, e tanto altro. Compresi i vecchi e fidi CDJ Pioneer che fanno da backup).

DJ e impianto luci: un abbinamento vincente

E delle luci, vogliamo parlarne? Beh, senza dubbio la villa dove è stata realizzata la festa è molto accogliente e adatta alle feste, ma, a dire il vero, l’atmosfera era un po’… freddina. A questo punto, abbiamo pensato di dare il giusto colore al party, con le nostre luci a led per illuminare tutta la zona attorno al dj (Jody e Mr. Ricky), e il perimetro del dehor, chiuso su due lati. Il risultato? Beh, è da vedere: l’effetto discoteca è garantito, e ha contribuito a rendere speciale le sta di Emma, che ha molto apprezzato anche il lavoro sulle luci. Sapete, il senso estetico delle signorine, ha una marcia in più 🙂

Musica per la festa dei 18 anni di Emma

E per quanto riguarda al musica: beh, una festa dei 18 anni molto varia innanzitutto: è stata molto lunga, per cui, per essere sempre “sul pezzo” e stimolare in modo coinvolgente gli invitati, abbiamo spaziato parecchio nel repertorio: largo, come sempre, alle nit del momento (e ci mancherebbe; i 18enni sono sempre super attenti alle canzoni uscite… poche ore fa) ma senza trascurare i grandi classici che si sono dimostrati vincenti nei momenti di grande aggregazione. E cosa dire poi della canzone scelta da Emma per il taglio della torta, ovvero “I’m Gonna Be” di Post Malone (vai QUI per vedere subito il taglio della torta nel video) davvero splendida. Inutile andare poi a specificare che, sul solco di Post Malone, ci siamo prodigati poi di proseguire con il filone di musica black con Bruno Mars, The Weeknd, ecc… insomma, divertimento e buon gusto, anche in questa festa dei 18 anni, sono stati i protagonisti.

La festeggiata e DJ Jody


Alla prossima festa di compleanno dei 18 anni con DJ4!


E tu, cosa aspetti a contattarci per rendere memorabile il Tuo compleanno, come ha già fatto Emma?

Compila il modulo ora!

MTV VMA 2020: ECCO QUALCHE IDEA PER LE VOSTRE FESTE DIRETTAMENTE DA N.Y. CITY

Gli MTV Video Music Awards sono un appuntamento sempre molto interessante per noi di DJ4, proprio perché fanno quasi da spartiacque tra la stagione estiva e l’inizio di quella autunnale (QUI leggi il post di qualche anno fa, con Jennifer Lopez). O è meglio dire, getta le basi per quella autunnale: ormai I successi estivi hanno già “dato tutto” e alcuni artisti sono già usciti proprio in queste ore con I brani che andranno ad accompagnare I mesi prossimi; quale migliore occasione quindi per fare il punto della situazione?Questa trentasettesima edizione, che inizialmente si sarebbe dovuta temere al Barclays Center di Brooklyn , ma che in realtà si è svolta in varie location all’aperto di New York, passerà, per forza di cose, alla storia, come l’edizione “Covid 19”, ma è riduttivo considerarla solo sotto questo aspetto. Andiamo a vedere perché questo show, dedicato a Chadwick Boseman (l’attore morto pochi giorni fa a 43 anni) e condotto dall’attrice e cantante Keke Palmer, sarà da ricordare.

Blinding Lights del cantante canadese The Weeknd  si è aggiudicata il premio principale: best video. E le 228.127.890 visualizzazioni su Youtube testimoniano l’interesse per questo progetto (se non l’avete ancora visto… ecco il link: atmosfere molto “dark” e intense che non lasciano certo indifferenti) . Curioso notare poi che, con la stessa canzone, The Weeknd ha vinto il premio anche per la Best R&B song. Insomma, come dire che, oltre all’apparenza (il video)… c’è anche la sostanza!. Noi di DJ4, che amiamo proporre , al momento giusto, la musica black, condividiamo senza dubbio il risultato, nonostante le altre nomination di Lizzo (con Cuz I Love You; l’anno scorso l’abbiamo ballata con Juice) e la romantica Alicia Keys (Underdog) fossero davvero agguerrite.

Ma la vera dominatrice di questi VMA (Video Music Awards ) 2020 è senza dubbio Lady Gaga che ha portato a casa infatti il premio di
 “artista dell’anno” (Doja Cat, quella di Say So è stata eletta la miglior artista debuttante) ma non solo: nella sua “bacheca” virtuale gli award conseguiti, infatti, sono in totale ben cinque (ma a casa avrà abbastanza spazio nella sua vetrinetta in salotto?). Citiamo in particolare I due più interessanti: Migliore canzone, ovvero “Best Song”, per Rain on Me; premio condiviso con la “collega” Ariana Grande. Una coppia che ha funzionato, soprattutto in questa occasione, dato che ha ottenuto anche il riconoscimento ufficiale di migliore collaborazione. E a giudicare da quando è andata forte la canzone Rain on me… beh, non siamo stupiti! (ancora oggi la proponiamo con successo: nei diciottesimi è davvero un must, ma anche chi è più “grande” gradisce… parola di Jody di DJ4).
Infine un po’ di “costume”: “Lady Germanotta” si conferma una trend setter lanciando la tendenza delle mascherine che si illuminavano mostrando la “wave form” della canzone che stava cantando.Scommettiamo che le vedremo presto in altri eventi?

I coreani Bts si sono aggiudicati ben quattro premi tra cui Best K-Pop e Best Group. Best Latin, invece, è stato conquistato da Maluma ft. J Balvin con Qué Pena che, contrariamente ai pronostici, hanno avuto la meglio anche sui Black Eyed Peas ft. Ozuna con MAMACITA, che lo confermiamo anche noi di DJ4, è uno dei successi più ballati di questa estete 2020. In occasione dei VMA, comunque, I Black Eyed Peas hanno già lanciato le basi per la loro “rivincita”, lanciando, con una esibizione live molto coinvolgente sul palco di MTV, il nuovo singolo Vida loca.

Tra gli altri premi che hanno più a che fare con la parte visuale, come è giusto che sia (sono pur sempre I Video Music Awards) segnaliamo di Taylor Swift (migliore regia) per The Man, Miley Cyrus, Mother’s Daughter (Best Editing).  La nuova categoria “figlia” della quarantena imposta dalla pandemia è “Miglior Video Musicale girato da casa”; il premio è andato a Justin Bieber e Ariana Grande per Stuck with U.

E per concludere qusto breve report da N.Y. City, un cenno a chi… agli MTV VMA non ha vinto nulla. E non parliano di due sconosciute:
Billie Ellish e Dua Lipa. Nessuno, in effetti, si aspettava che le due cantanti se ne potessero tornare a casa con un pugno di mosche n mano… in particolare, Dua Lipa ha davvero monopolizzato questa primavera con due singoli fortissimi: Don’t Start Now e Physical. Ma, amici di DJ4, don’t worry! Noi di DJ4 sappiamo quanto siano forti queste due tracce e amiamo proporle nei nostri DJ set! In particolare, il sapore “revival” di questi due pezzi può fare la differenza anche nei set di musica “antica”, quando è necessario ricollegarsi alle hit del momento, magari a un evento con un pubblico con partecipanti di età molto eterogenea.
Grazie a tutti per l’attenzione e da parte di noi di DJ4, DJ per feste ed eventi al top.

E tu, cosa aspetti a contattarci per rendere memorabile il Tuo Evento con la proposta DJ4?

Compila il modulo ora!